Blog

Mobilità per il settore nautico: il segreto dei tablet a prova di corrosione

Smartphone e tablet sono diventati protagonisti di ogni aspetto della nostra vita. Li usiamo praticamente per tutto e, a volte, sono proprio loro a rimetterci la pelle. A chi non è capitato di schizzare d’acqua lo schermo del tablet o addirittura, confessiamolo, di farlo scivolare nel water? Quando succede, ci consoliamo dicendo che sono “cose che capitano”. Oppure ci scherziamo su, per superare la frustrazione del danno e il fastidio di ritrovarsi irraggiungibili in attesa del nuovo dispositivo. E giuriamo a noi stessi che la prossima volta faremo un acquisto “migliore”, comprando una custodia “ultra-resistente” e dei protettori più spessi per lo schermo, che proteggano il PC in caso di un nuovo incidente.

Per i professionisti delle forze militari e per chi usa i portatili per lavoro, però, un dispositivo danneggiato è un problema serio. Un problema tecnico come questo può ripercuotersi sull’intero sistema e arrivare ad ostacolare anche le operazioni fondamentali. Nel peggiore dei casi, un guasto può addirittura portare all’interruzione del servizio o al fallimento di una missione. Quindi è chiaro: nell’ambito professionale e per dispositivi di qualsiasi tipo, la contaminazione da fluidi è un rischio da non sottovalutare.

Tuttavia, non tutti i contaminanti liquidi sono uguali, né i loro effetti sono ugualmente rapidi.

C’è una bella differenza, ad esempio, tra l’acqua dolce e quella marina. Se avete vissuto vicino al mare lo saprete: la ruggine corrode le auto e le barche, e non risparmia neanche gli arredi esterni come i mobili da giardino o i grill che, se non vengono regolarmente puliti in profondità e conservati con la massima cura, dopo poco risultano inutilizzabili. Per di più, mentre i tablet e i portatili di largo consumo soccombono immediatamente al contatto con i liquidi, il vapore acqueo in sospensione tipico delle zone costiere ha invece un effetto più lento, ma comunque inesorabile. Infatti l’esposizione ripetuta alla nebbia salina, sostanza estremamente corrosiva, porta col tempo all’ossidazione di qualsiasi tipo di metallo o dispositivo elettronico.

Per farla breve, meglio tenere lontani dall’acqua, sia dolce che salata, i portatili consumer e qualsiasi altro apparecchio elettronico, optando invece per computer appositamente progettati per l’attività nautica. Vi chiedete cosa renda un PC per la nautica diverso da un PC a largo consumo?

You need IP67-Rated Rugged Tablets for Salt/Fog Exposure

Non posso parlare per gli altri fabbricanti ma, per quanto ci riguarda, grazie ai riscontri ricevuti dai nostri clienti negli ultimi anni, abbiamo potuto stilare una lista di caratteristiche imprescindibili per i tablet destinati all’uso in mare, come su barche e sottomarini o nei porti. Ve le elenchiamo:

  • Intrinsecamente resistenti, non grazie a custodie, fodere, protettori per lo schermo o altri accessori.
  • In grado di salvaguardare i componenti interni dagli effetti corrosivi dell’acqua e della nebbia salina, non semplicemente proteggere il display esterno o le porte I/O dalle infiltrazioni di acqua e polvere.
  • Testati sul campo per verificare la costanza della velocità di elaborazione, della connettività e dell’integrità complessiva in molteplici situazioni e condizioni dell’attività nautica.
  • Utilizzabili alla luce del sole, nell’oscurità più totale, con la nebbia e in condizioni di navigazione non ottimali.
  • Adatti per la visualizzazione a schermo intero di tutti i documenti, dati e applicazioni.
  • Trasportabili in totale sicurezza (portati a mano o nella custodia durante gli spostamenti a piedi) e fissabili saldamente all’apposita base.
  • Facili da usare mentre si cammina o si lavora.

Gli unici tablet rugged che riescano a sopportare il contatto ripetuto con l’aria corrosiva del mare, e che rispondano anche a tutti i criteri elencati, sono i tablet PC ultra-rugged. Questi dispositivi possiedono un indice IP67 che ne indica la resistenza alla polvere e all’acqua, e sono testati (e, idealmente, certificati) in base alle specifiche MIL-STD-810G per la nebbia salina.

In altre parole, un computer portatile rugged adatto al trasporto commerciale o all’uso militare soddisfa le seguenti condizioni:

  • Nonha necessariamente un design a conchiglia. Basta che la struttura sia accuratamente sigillata e impermeabile per evitare l’ingresso delle insidiose particelle di nebbia nelle fessure del dispositivo.
  • Non è venduto nei negozi. Da escludere quindi gli iPad e la maggior parte dei tablet, laptop e notebook di livello consumer.
  • Potrebbe non essere il dispositivo rugged che vi sembra migliore. Per questo è fondamentale farsi consigliare da esperti di mobilità che conoscono il vostro settore e il vostro lavoro. Benché pensati per ambienti operativi più inospitali del normale, i tablet rugged non sono tutti uguali e la loro efficacia di fronte a situazioni estreme varia a seconda del contesto. Alcuni sono più adatti per l’impianto produttivo e negli spazi chiusi; per quelli utilizzati sui camion o altri macchinari pesanti, invece, è più importante la tolleranza alle vibrazioni, mentre è irrilevante che sopportino la nebbia salina. In ogni caso, i fabbricanti onesti sapranno spiegarvi, non solo a parole ma con i fatti, perché alcuni portatili sono migliori di altri.
  • Può avere un costo iniziale apparentemente più alto. In realtà, pagando un prezzo più alto per un portatile che soddisfa tutti i vostri criteri, vi state regalando anni ditranquillità e alto rendimento. Chiudendo un occhio oggi sulle prestazioni, la sicurezza o la protezione per ricavare un leggero risparmio, vi ritroverete a dover spendere un occhio domani per i ricambi e la manutenzione. Quando un portatile “che costa meno” si rivela inefficiente e smette di funzionare prima del previsto, siete voi a perdere tempo e produttività, oltre a dover sborsare quantità non indifferenti per doverlo riparare. Senza contare che anche il sistema operativo, le applicazioni e i supporti di archiviazione andranno prima o poi sostituiti. Il PC che avete scelto saprà essere all’altezza? È progettato per durare abbastanza a lungo da potervi garantire il risparmio sui costi a cui aspirate?

Chiaramente, queste esigenze riducono drasticamente la lista dei dispositivi idonei. Ma il tablet rugged giusto è un investimento sicuro che vi offrirà tutta la qualità, l’affidabilità e la scalabilità necessaria a tutelare a lungo termine la vostra attività, sia a terra che in mare.

Scoprite perché gli indici  MIL-STD-810GIP sono criteri fondamentali per i professionisti del mare nella scelta del loro tablet ideale