Blog

Tablet rugged e tablet “a conchiglia”: cosa li differenzia?

I membri delle forze armate sperimentano le condizioni di lavoro più estreme. Eppure riescono a superare le innumerevoli sfide fisiche, ambientali e di comunicazione che caratterizzano gli interventi terrestri, navali e aerei.

È da tempo ormai che l’esercito si affida alle tecnologie informatiche più avanzate. Lo fa perché gli interventi militari, indipendentemente dalla portata e dal contesto geografico, sono corse contro il tempo che richiedono capacità di mobilità fuori dal comune. I dirigenti delle forze armate lo sanno: il buon esito di una missione dipende dalla capacità di trasmettere in tempo reale informazioni di intelligence operativa alle squadre impegnate in tutto il mondo. E questo non solo durante le operazioni di avanzata.

L'accesso alle informazioni determina la capacità dei militari di :

  • monitorare la flotta aerea da terra;
  • promuovere missioni preventive di mantenimento della pace in più continenti;
  • reagire prontamente alle minacce;
  • rispondere alle richieste di sostegno militare domestiche ed estere;
  • gestire la ripartizione del budget;
  • proteggere il personale, le loro famiglie e i civili presso le varie strutture;
  • identificare e salvaguardare le informazioni sensibili;
  • progettare e far eseguire tutti gli interventi bellici necessari dai diversi comandi.

Visti il raggio d'azione globale degli eserciti e il ritmo assai sostenuto delle operazioni moderne, i tablet, laptop e notebook con caratteristiche rugged sono gli unici dispositivi in grado di far arrivare una tale quantità di informazioni delicate ai centri decisionali in tempo reale.

Tuttavia, tra tutti i modelli di computer rugged certificati per il MIL-STD-810G, solo un formato è veramente portatile .In altre parole, solo un tipo di dispositivo può accompagnare i militari ovunque senza aumentare il peso delle loro attrezzature il rischio di guasti o di perdita dati: il tablet rugged di standard militare.

Xplore Rugged Tablet Mobility for Military

Ancora oggi c’è chi pensa che, rispetto ai dispositivi “a conchiglia” i tablet rugged per l'esercito non siano altrettanto robusti, durevoli, affidabili e chissà cos’altro. A dividere sostenitori e detrattori è in particolare lo schermo. Mi capita spesso di rispondere a utenti preoccupati che mi chiedono se lo schermo scoperto dei tablet sia più portato a danneggiarsi rispetto a un tradizionale laptop richiudibile. L’importante è ricordare quanto segue:

  • Non è il formato a determinare il livello di protezione di un portatile, ma sono i risultati dei rigorosi test a cui è stato sottoposto, le certificazioni e gli standard che soddisfa. Un tablet rugged testato per il MIL-STD-810G e un dispositivo equivalente a conchiglia con specifiche e punteggi IP identici, se utilizzati nelle stesse condizioni estreme offriranno, com’è prevedibile, le stesse prestazioni. In altre parole, se un tablet e un laptop con certificazione MIL-STD-810G e indice IP67 possono resistere a cadute da 7 piedi su suolo di cemento, la posizione dello schermo è irrilevante: sia quello esposto che quello richiudibile sono stati testati e hanno dimostrato di poter resistere.
  • Al contrario di quasi tutti i dispositivi non rugged, tra cui molti formati a conchiglia, i display dei tablet rugged sono frutto della tecnologia Gorilla® Glass di Corning® (o composti da simili materiali rinforzati chimicamente). E non è tutto: non solo i display dei tablet rugged resistono alle cadute e gli impatti, ma sono anche molto più spessi di quelli usati nei tablet commerciali.Anche se altri fabbricanti di laptop o notebook rinforzati dicono di impiegare la stessa tecnologia antiurto, in realtà il numero di strati utilizzati non è lo stesso della maggior parte dei tablet rugged. La resistenza non è quindi misurata allo stesso modo.
  • Qualcuno obietterà che un tablet rugged e un PC rinforzato a conchiglia sono ugualmente soggetti ai guasti, sebbene per ragioni diverse. È vero che lo schermo di laptop e notebook si richiude sulla tastiera quando non è in uso. Tuttavia, a offrire la maggior protezione, sia per il display che per qualsiasi altro componente del PC, sono altre caratteristiche, ovvero il vetro rinforzato chimicamente, l’impermeabilità ad acqua e polvere, la resistenza all’immersione in disinfettanti e al contatto con grasso o carburante, nonché un design impeccabile. Insomma, capite dove voglio arrivare. Il formato chiuso a conchiglia non elimina completamente il rischio di infiltrazioni di polvere, sabbia, liquidi nelle fessure della tastiera e dello schermo, neanche quando è chiuso e riposto in luogo adeguato. E se una tempesta di sabbia vi sorprende in mezzo al deserto, le custodie rinforzate non sono certo di aiuto. Adiamo ancora oltre e immaginiamo le conseguenze di una caduta o dell’impatto di un oggetto pesante sul dispositivo: lo schermo del laptop potrebbe essere aperto e in tal caso è facile immaginare il risultato. Se invece un oggetto pesante colpisce dall’alto un portatile a conchiglia, sia aperto che chiuso, può danneggiare la tastiera e forse anche i componenti interni.
  • Solo i tablet rugged soddisfano davvero tutti i requisiti di mobilità e di operatività del settore militare, e non unicamente le esigenze di elaborazione dati. I laptop e i notebook non sono facili da trasportare e pochi modelli offrono un livello di protezione da polvere, nebbia marina, cadute o contatto con fluidi e sostanze chimiche equivalente a quello di un tablet ultra-rugged. Per questo non sono strumenti ideali per il lavoro sul campo. È improbabile che i militari si portino dietro un PC a conchiglia se sanno che saranno impegnati a lungo lontano dalla base. Infatti per usarlo dovrebbero cercare un posto adeguato dove posarlo. Per dei professionisti così orientati al multi-tasking e alla comunicazione in tempo reale, non è affatto la soluzione ideale. Anche se i componenti interni di un tablet e di un PC a conchiglia sono esattamente gli stessi, perfino i laptop e notebook rugged hanno spesso bisogno di una custodia rinforzata, sia come protezione extra che per facilitare il trasporto. Ma la protezione di una custodia rinforzata è di gran lunga inferiore alla resistenza intrinseca dei componenti esterni e interni, come l’unità SSD.

I dirigenti delle forze armate possono starne certi: un tablet e un laptop rugged con certificazione MIL-STD-810G e indice IP equivalenti, offriranno lo stesso livello di protezione. Ecco allora il vero interrogativo: come analizzare le diverse prestazioni e i diversi prezzi (o costi totali di proprietà) dei tablet e dei PC a conchiglia rugged per identificare il formato più adatto per l’industria militare?